SANGUE

Strettamente correlato alle malattie cardiovascolari e all’obesità è il livello del colesterolo nel sangue.
Il colesterolo è un lipide che viene utilizzato dall’organismo per la sintesi di importanti molecole biologiche, come ad esempio gli ormoni sessuali o la vitamina D. Il colesterolo è quindi necessario per l’organismo, ma una assunzione eccessiva e un conseguente accumulo sulle pareti dei vasi sanguigni può portare a seri danni  con conseguenti malattie cardiovascolari .

Il colesterolo di per sé è insolubile e viene trasportato nel sangue da proteine che lo rendono idrosolubile. Vi sono due tipi principali di proteine: LDL e HDL.
Le prime hanno un’azione negativa perché facilitano la permanenza del colesterolo sulla superficie delle arterie, favorendo la formazione di placche aterosclerotiche. Le HDL invece hanno una azione positiva in quanto non depositano il colesterolo nelle arterie favorendo la formazione della placca ma lo trasportano verso il fegato, dove viene metabolizzato.

In Italia, secondo i dati raccolti dal Progetto Cuore, che misura i fattori di rischio cardiovascolare in campioni di popolazione adulta (uomini e donne di età compresa fra 35 e 74 anni), il 21% degli uomini e il 23% delle donne è ipercolesterolemico (ha cioè il valore della colesterolemia totale uguale o superiore a 240 mg/dl, oppure è sotto trattamento specifico), mentre il 37% degli uomini e il 34% delle donne è in una condizione definita border line (colesterolemia totale compresa fra 200 e 239 mg/dl).

Si parla di ipercolesterolemia quando il colesterolo totale (LDL più HDL) è troppo alto. Valori desiderabili sono i seguenti:

  • colesterolo totale: fino a 200 mg/dl
  • colesterolo LDL: fino a 100 mg/dl
  • colesterolo HDL: non inferiore a 50 mg/dl.

Oltre alla ipercolesterolemia, sono fattori di rischio cardiovascolare molto significativi, che agiscono sommandosi tra di loro,  anche l’obesità, la scarsa attività fisica, il fumo, lo stress e il diabete.

Per questo, oltre a tenere sotto controllo il colesterolo, è indispensabile assumere sane abitudini di vita , una dieta sana e variata, un buon livello di attività fisica costante, l’eliminazione del fumo, un controllo del peso corporeo.